Arredo Negozi Abbigliamento

Come scegliere l’arredo negozi abbigliamento per attrarre i clienti

Mettere in risalto i prodotti con l’arredamento per negozi abbigliamento

La prima regola per allestire un negozio d’abbigliamento? Creare un ambiente coerente con la brand identity. Guai a seguire esclusivamente il gusto personale e lanciarsi in grafiche contrastanti con i valori associati al brand. Ogni elemento d’arredo negozi abbigliamento deve essere coerente con l’immagine aziendale e ovviamente tenere conto del target.

Il pubblico di riferimento è cruciale. Comprenderne i gusti e le abitudini significa avvicinarsi all’immaginario del cliente tipo, e ciò consente di creare un’atmosfera più vicina alle sue inclinazioni. Dall’inserimento di grafiche fantasiose alla scelta di uno specifico genere musicale da trasmettere all’interno del negozio, ogni elemento di vicinanza diventa determinante. Per questo tutte le informazioni sulla clientela andrebbero considerate prima di procedere con l’allestimento del locale.

In cosa si traduce tutto questo? Un negozio di abbigliamento che propone esclusivamente linee per uomo dovrebbe considerare l’uso di colori tipicamente vicini al gusto maschile. Si tratta solitamente di colori freddi e scuri, ma vanno bene anche le soluzioni total white. Preferendo arredi dalle linee minimal, che non adombrano i prodotti e sono in linea con il gusto del pubblico. 

L’arredo negozi abbigliamento infatti dovrebbe mettere in risalto la merce. Il ricorso a scaffalature, tavolini, vetrine e stender dalle forme inusuali o con decorazioni vistose è consigliabile solo a condizione che siano coerenti con lo stile del negozio e dei prodotti esposti. Altrimenti si rischia un effetto controproducente.

Banchi, vetrine e scaffali per negozi di abbigliamento: le regole per non sbagliare acquisto

Oltre che esteticamente gradevole, l’arredo negozi abbigliamento deve essere funzionale e resistente. I materiali sono quindi una caratteristica da valutare per la scelta di scaffalature, banchi cassa, banconi, vetrine e ogni altro elemento d’arredo.

Affinché l’arredamento risulti durevole negli anni, andrebbero esaminati solo mobili in legno (massello o nobilitato), lamiera e acciaio. Materiali che hanno anche il vantaggio di prestarsi ad una vasta gamma di colorazioni, dalle molteplici sfumature del legno alle tinte accese, come il rosso e il giallo. In questo modo è possibile accordare ogni elemento d’arredo in modo da creare una coerenza cromatica e stilistica all’interno del punto vendita.Il vetro è un’opzione interessante per la sua estrema versatilità. Le vetrine e i tavoli con piano in vetro si accordano infatti con la maggior parte degli stili di arredamento. Mentre per gli ambienti dalle dimensioni ridotte o scarsamente illuminati è utile l’inserimento di specchi, che modificano la percezione dello spazio facendo sembrare i locali più grandi e luminosi.